La residenza di Mussolini

villa feltrinelli

La residenza di Mussolini

Villa Feltrinelli era vigilata da 30 SS della guardia personale di Hitler(solo più tardi un reparto italiano poteva affiancarsi ai tedeschi) accasermate nelle cantine della villa e comandate dal tenente Kisnat; un pezzo antiaereo era installato sul tetto. In un primo momento, l’unico collegamentocon l’esterno era assicurato da un telefono da campo sotto sorveglianzatedesca e contrassegnato dal nome in codice di Batavia.Fra gli assidui frequentatori della villa, vi era il Dottor Zachariae,medico personale di Mussolini, che svolgeva anche compiti di controllo.

 Villa Feltrinelli si trova a poche centinaia di metri a nord di Gargnano e rappresenta l’edificio gargnanese con maggiore celebrità storica. Fu costruita tra il 1892 ed il 1899 con progettazione attribuita da alcuni a Francesco Solmi e, da altri, a Alberico Belgiojoso. Inserita in un magnifico parco, è attorniata da altri corpi di fabbrica che, in passato, erano adibiti a residenza dei custodi e dei contadini, che accudivano le stalle e le limonaie. La facciata sul lago rappresenta la parte più fastosa della villa, mentre il parco alle spalle dell’edificio include essenze arboree pregiate. Tra l’ottobre 1943 e l’aprile 1945, Villa Feltrinelli fu residenza di Benito Mussolini, che ci visse con la famiglia.